Pedale Castanese-Verbania – Sito Ufficiale

GLI ANNI 70 E 80

Torniamo ora alla storia della Societa’. I corridoridi spicco di questo periodo erano Cerchiato e Recanati, oltre al gia’ citato Negroni. Nel ’71 Negroni riporto’ ben 9 vittorie su 14 gare disputate e conquisto’ il titolo di campione provinciale della categoria esordienti.
Rimase con il “Pedale” anche da allievo, conseguedo apprezzabili risultati, e contunuo’ come dilettantre ancora per due anni in un’altra societa’

Dalla fine degli anni ’60 la Societa’ giallo-blu trovo’ un sostegno da parte dell’ E.A.M.L. (“Ente Autonomo Manifestazioni Locali”), un’associazione che si proponeva di organizzare gite ed iniziative ricreative e culturali, facente base al bar del “Pedale”.

A partire dalla stagione ’74 si realizzo’ un’abbinamento con la locale Concessionaria FIAT “Ticino”, che per alcuni anni offri’ la sua sponsorizzazione, e la Societa’ assunse nello stesso periodo la denominazione di “Pedale Castanese Concessionaria Ticino”.

Franco Negroni, campione Provinciale 1971 categoria Esordienti
Franco Negroni, campione Provinciale 1971 categoria Esordienti

Verso la meta’ degli anno ’70 ci furono importanti cambiamenti: il D.S. Gallazzi lascio’ l’incarico (venne sostituito dai fratelli Nello e Carlo Bossi) e anche il Presidente Ceriotti lascio’ la presidenza, pur rimanendo presidente onorario fino ai primi anni ’80.
Per quanto riguarda gli anni dal ’73 al ’77 circa, ricordiamo alcuni corridori (dapprima esordienti e poi allievi) come Mauro Bernardi, Vincenzo e Giovanni Ciarletta, Stefano Croci, Franco Gualdoni, Paolo Picco, Gianluigi Roberti, Raffaello Di Gennaro, Elio e Maurizio Marinello, Giovanni Razzano e Patrizio Rovera.Verso il ’77 la Societa’ che gia’ veniva da un periodo non particolarmente esaltante, vide acutizzarsi la sua situazione di difficolta’ (a causa del numero limitato di corridori, la mancanza di risultati brillanti e della minore disponibilita’ di persone disposte a farsi carico dell’organizzazione), al punto che si considero’ persino l’idea di scioglierla. 

Si perso’ allora di rivolgersi ad uno dei dirigenti della prima ora, Sergio Paracchini, per chiedergli di prendere le redini del sodalizio e di promuovere il rilancio.
Il nuovo presidente cerco’ di attirare nuovi atleti, portando a Castano, in particolare, Massimo Ghirardi, di Busto Arsizio, che
si distinse in diverse gare di livello nazionale, conquistando, tra l’altro, il secondo posto alla “Coppa d’Oro” per allievi in provincia di Trento, e per ben due volte fu sul punto di aggiudicarsi il titolo regionale, prima di passare dilettante.

  

Giovanissimi corridori del "Pedale" davante alla tomba dei "Tre Martiri" (meta' anni '70)

Giovanissimi corridori del “Pedale” davante alla tomba dei “Tre Martiri” (meta’ anni ’70)

 Nei due anni 1977 e ’78 passati tra le file degli allievi del “Pedale”, Ghirardi consegui’ 10 vittorie.

Venne coinvolto nella vita della Societa’ anche il padre di Ghirardi, che produceva biciclette con un proprio marchio. Ghirardi senior mise a disposizione le bici per la squadra, inoltre fu per alcuni anni anche direttore sportivo.

Un altro promettente atleta di questi anni era Mario Colombo. Era ‘nato’ nel “Pedale”, dove aveva corso come esordiente nel ’76 e ’77 e come allievo nel ’78, riportando negli ultimi due anni complessivamente 9 vittorie.

Passo’ poi alla societa’ del suo paese, la G.S. “Buscatese”, e successivamente, passato dilettante, vinse nell’83, il titolo di Campione Italiano di inseguimento su pista. In seguito divento’ professionista correndo con Moser nella “Supermercati Brianzoli”.

Tra gli anni ’70 e ’80 si distinse anche Massimiliano Galli, che in due anni colleziono’ una decina di vittorie.

 

Vincenzo Ciarletta, vincitore del "IV Trofeo A. Berta" - Cornaredo (MI) 22-05-1977
Vincenzo Ciarletta, vincitore del “IV Trofeo A. Berta” – Cornaredo (MI) 22-05-1977

La gestione del bar venne lasciata nel ’79 e si presento’ quindi la necessita’ di trovare una nuova sede.

Ci si rivolse all’Amministrazione comunale, che mise a disposizione dei locali di sua proprieta’ in piazza Mazzini, quelli che sono tutt’ora occupati.

Tra le iniziative rivolte al rilancio dell’attivita’ sociale nei primi anni ’80, ricordiamo una “Giornata della Bicicletta” organizzata in piazza con la collaborazione degli “Amici dello Sport”, comprendente gare agonistiche ed amatoriali, giochi ed intrattenimenti e l’intervento della fanfara dei bersaglieri.

Nell’82 si registrano due gravi lutti per il “Pedale”: la scomparsa di Nino Cattini, che ne era stato segretario e fervente animatore ininterrottamente dalla fondazione, e di Ercole Gianni (“Ercolino”), dirigente fin dai primi anni e apprezzabile cronista sportivo.

Rescaldina, 3-9-1978: vittoria di Dario Persiani

Rescaldina, 3-9-1978: vittoria di Dario Persiani

Dopo Paracchini, nella prima meta’ degli anno ’80 la presidenza fu assunta prima da Renzo Bellaria e poi da Rosanno Barlocco.

Un elemento di spicco di questi anni fu Marco Brusatori, esordiente e poi allievo, che ottenne numerosi piazzamenti.

Si distingueva inoltre Mauro Bernardi, il cui padre, titolare di un magazzino di autoricambi, offri’ per un paio d’anni la sua sponsorizzazione.

Ancora una volta si cerco’ di rivitalizzare la Societa’ puntando sui giovanissimi; per questo venne creato il settore “Primavera”, la categoria prima degli esordienti, che comprendeva i ragazzi dei 7 agli 11 anni.

Da questo vivaio uscirono Daniele Peroni (classe 1974) che inizio’ la sua attivita’ nell’84 e divenne poi allievo e quindi dilettante, e Giorgio Fronzini.

Vittoria di Patrizio Rovera (a sinistra) a Marcallo dei Sassi (VA) - 11-5-1980

Vittoria di Patrizio Rovera (a sinistra) a Marcallo dei Sassi (VA)

Anche in questo momento risulto’ preziosa la disponibilita’ dei genitori di alcuni corridori, che si assunsero delle responsabilita’ a livello sociale. Troviamo infatti Franco Peroni come direttore Sportivo e Giovanni Fronzini come vice-presidente.

Dall’82 si inizio’ la consuetudine di portare gruppi di atleti ad allenarsi in una localita’ marina, cosa che si e’ fatto fino al ’98.

Si creo’ anche il settore amatoriale, costituito in parte anche da ex-corridori che un tempo avevano svolto attivita’ agonistica.
Per questa categoria vennero organizzate gare dai primi anni ’80 fino al ’95.

Nel giugno dell’83 venne organizzata una manifestazione di grande richiamo: un circuito notturno di 90 Km per le vie cittadine (“Circuito degli Assi”) al quale presero parte diversi campioni reduci dal Giro d’Italia come Saronni, Baronchelli, Panizza, Bontembi ed Argentin.

Dall’85 la presidenza venne assunta da Giovanni De Bernardi, titolare dell’Officina meccanica “DEBER”, che gia’ da alcuni anni era uno dei finanziatori del “Pedale”, soprattutto per quanto riguarda l’attivita’ del settore “primavera”.


Da sinistra: Michele Benetti e Davide Bonitta - 1988

Da sinistra: Michele Benetti e Davide Bonitta – 1988


Giovanni Ciarletta, primo arrivato al "Trofeo Erba Romano" - Lissone (MI) - 1982

  Giovanni Ciarletta, primo arrivato al “Trofeo Erba Romano” – Lissone (MI) – 1982

 

 

1-3-1970: in piedi (da sinistra) Recanati, Negroni, Bellaria, Cerchiaro ed il D.S. Gallazzi

  1-3-1970: in piedi (da sinistra) Recanati, Negroni, Bellaria, Cerchiaro ed il D.S. Gallazzi

Condividi sui Social Network